News del 07/10/2020
Sei carte Kanban di cui non puoi fare a meno

Se stai cercando di implementare o migliorare il tuo 
sistema di comunicazione Kanban , dovrai assicurarti di avere tutti i giusti tipi di carte Kanban disponibili. Queste carte sono lo strumento principale per questo tipo di sistema e gli danno effettivamente il nome. Kanban in giapponese significa "scheda di istruzioni" o "scheda visiva".


Queste carte sono in genere (anche se non sempre) carte fisiche che vengono posizionate su o vicino a un prodotto e viaggiano attraverso il sistema per fornire informazioni alle persone lungo la linea. Esistono diversi tipi di schede Kanban utilizzate nel programma, che consentono alle persone di fornire le informazioni necessarie in un certo momento.

Di seguito ti elenchiamo i sei tipi più comuni di carte Kanban che dovresti avere per la tua struttura:

1. Carte Kanban di ritiro o trasferimento

Queste carte vengono utilizzate per avvisare le persone quando una parte è terminata in un'area. In molte linee di produzione le parti devono essere lavorate per un po 'di tempo in un'area e quindi trasferite a quella successiva. Questa scheda segnalerà che le parti sono pronte per essere spostate. Quando la stazione successiva del processo ha terminato con i prodotti, possono inviare la carta Kanban di prelievo nell'area precedente, segnalando che sono pronti per il lavoro aggiuntivo.

2. Carte Kanban del fornitore

Questo tipo di carta è unico, in quanto va oltre la normale linea di produzione. Puoi includere i tuoi fornitori nel sistema di carte Kanban, in modo da poter inviare loro una notifica quando sei pronto per più di una parte particolare. Sebbene queste carte possano essere fisiche, più spesso saranno digitali o addirittura rappresentate da una telefonata.

3. Carte Kanban di emergenza

Queste carte vengono utilizzate quando qualcosa è rotto o presenta qualsiasi tipo di difetto. Quando viene rilevato un problema con una parte o una serie di parti, la scheda Kanban di emergenza verrà inviata alla stazione precedente in modo che possano essere consapevoli del problema. Queste carte possono notificare loro quale tipo di problema esiste in modo che possano assicurarsi che gli elementi su cui stanno lavorando non abbiano gli stessi problemi.

In alcuni casi, queste schede causeranno anche l'interruzione del funzionamento delle precedenti workstation in modo che non creino un backup del lavoro mentre i problemi vengono risolti.

4. Express Kanban Card

La carta express, come suggerisce il nome, dice che c'è una carenza in una parte particolare che è necessaria subito. Questa scheda viene utilizzata per segnalare che la produzione potrebbe dover rallentare o fermarsi se le parti indicate non vengono fornite immediatamente.

5. Carte Kanban di produzione

Porta carte Kanban
Porta carte Kanban

Questo tipo di scheda Kanban avrà in genere un elenco di tutte le parti richieste in un dato momento. Una stazione di lavoro può fornire questa scheda a un'area della struttura per dire loro su quali tipi di cose devono concentrarsi per consentire loro di continuare con la produzione. Queste carte segnalano anche l'inizio della produzione per l'impianto.

6. Carta Kanban - Tramite

Questo tipo di carta Kanban è una combinazione delle carte di prelievo e produzione. In genere viene utilizzata tra due diversi punti di produzione che lavorano a stretto contatto e può aiutare a risparmiare tempo evitando di dover inviare due carte avanti e indietro ogni volta che si verifica un cambio di stato.

Ciascuno di questi tipi di carte Kanban ha un uso specifico e, se maneggiati correttamente, possono aiutare a migliorare l'efficienza complessiva della struttura.

Vuoi aprofondire? Contatta i nostri consulenti lean! 

Contatta per consulenza lean a torino





Le ultime NEWS



CCIAA Marche: Bando Voucher Imprese Digitali 4.0.

La Camera di Commercio delle Marche ha approvato un bando per imprese digitali (in regime di aiuti “de minimis”) per la concessione di contributi a fondo perduto somministrato in forma di Voucher.






OLE: Ottimizzare l’efficienza della forza lavoro

In un precedente articolo avevamo già parlato dell’OEE (Overall Equipment Effectiveness) ovvero lo strumento che ti permette di calcolare l’efficienza degli impianti produttivi della tua azienda. Oggi ci occuperemo del suo stretto collaboratore: l’OLE (Overall Labour Effectiveness), l’indicatore che fa riferimento all’intera linea di produzione, utile per incrementare l’efficienza della forza lavoro.