AZIENDE, PERSONE & CAMBIAMENTO


AZIENDE, PERSONE & CAMBIAMENTO

Quando si pensa al processo di cambiamento all’interno delle aziende e delle organizzazioni è necessario pensare soprattutto a come le persone che lavorano in azienda saranno in grado di accettare e contribuire al cambiamento stesso, e a tutto ciò che il cambiamento comporta.

Si riscontrano almeno tre tipologie di personalità:

-       Quelle pro-attive e desiderose del cambiamento stesso, che contribuiranno in modo sinergico a tale processo e saranno loro stesse veicolo e motore innovativo;

-       Quelle statiche, ovvero quelle che staranno a guardare, senza fare nulla, senza contribuire, ma nemmeno ostacolare. Si adegueranno senza fatica al cambiamento, accetteranno il nuovo status quo come volontà organizzativa e gerarchica, ma senza dare nessun valore aggiunto.

-       Quelle contestatrici, ovvero quelle personalità per cui ogni cambiamento sarà visto come una rottura di equilibri predefiniti, come usurpazione del loro territorio, del loro pseudo-dominio, della loro zona di comfort. Il remare contro qui sarà la regola generale, di qualunque cambiamento si tratti.

Quando si pensa al cambiamento nelle Organizzazioni è quindi assolutamente necessario considerare le possibili reazioni delle persone, e quindi poter valutare in anticipo l’impatto che tali cambiamenti potranno avere sull’intero sistema organizzativo.

A volte processi di cambiamento in chiave innovativa hanno invece avuto impatti devastanti, proprio perché ostacolati ed invisi ai più.

Quante volte vi è capitato di vedere in una Azienda che in seguito al cambio del vertice organizzativo vi siano state reazioni talmente negative da dover fare marcia indietro o subirne le conseguenze.

Quante volte una nuova Leadership è stata oggetto di critiche non costruttive.

Cambiare non è facile. Cambiare comporta enormi sacrifici e grande forza di volontà. Ecco perché servono persone proattive, pronte a rimboccarsi le maniche ed accettare nuove regole, nuovi obiettivi, nuove sfide.

Sui mercati internazionali si combatte ormai solo più a colpi di efficienza e di innovazione. Vince chi arriva prima, chi è più performante, chi è più innovativo e focalizzato. E tutto ciò implica un reale e serio cambiamento di paradigma e di approccio organizzativo.

Il cambiamento nelle Organizzazioni passa anche attraverso una Visione LEAN dei processi sia produttivi che transazionali. Una cultura del pensare snello e del lavorare in flusso teso anche nelle attività di ufficio, dove spesso si annida la burocrazia, l’orticello da salvare, dove si cela una falsa supremazia del sapere.

Una cultura che vede al centro di questo processo LE PERSONE e la VALORIZZAZIONE del loro POTENZIALE.

Il nostro obiettivo è quello di contribuire alla semplificazione dei processi, alla razionalizzazione dei flussi aziendali, al ritrovare quella energia e vitalità necessari a garantire una PRODUTTIVITA’ migliore, riducendo gli sprechi e le attività a NON VALORE AGGIUNTO.

Questi ed altri argomenti saranno trattati nel prossimo nostro CONVEGNO/ SEMINARIO del 22 Settembre 2018 dal Titolo:

PERSONE & CAMBIAMENTO NELLE IMPRESE – La produttività senza Sprechi.

State sintonizzati sulle nostre pagine social e sul nostro sito web www.managementacademy.it    

 



Il tuo modo di pensare Snello deve essere il tuo principale motore del Cambiamento.
- RIDURRE GLI SPRECHI
- ELIMINARE LA BUROCRAZIA
- ELIMINARE LE ATTIVITA' A NON VALORE AGGIUNTO
- CONTRIBUIRE AL CAMBIAMENTO 




Le ultime NEWS



OEE ľoverall equipment effectiveness

Uno dei vantaggi del TPM consiste nel portare ad un uso più efficiente degli impianti ed attrezzature (Overall Efficiency).








Combinazione pi¨ efficace delle politiche di manutenzione industriale

Come accennato nel precedente articolo ti presentiamo oggi la strategia migliore secondo molteplici aziende Lean che l'hanno applicata ottenendo maggiore efficacia, efficienza e riduzione dei costi