PROCESSI AZIENDALI E SPRECHI: QUALI SONO E COME ELIMINARLI?


Nell’immagine sono riportati i 7 sprechi, chiamati MUDA nel linguaggio LEAN. Quanti di questi fanno parte della tua Realtà?


Tutto ciò che genera perdite di tempo e denaro deve essere considerato uno spreco, semplicemente perché non genera valore e di conseguenza rappresenta un mancato guadagno. Il tuo cliente, caro amico, non conosce del tutto cosa si nasconde dietro un prodotto o un servizio e non giustificherà mai un costo elevato solo perché tu devi ripagarti, ad esempio, scorte eccessive a magazzino.

Nell’immagine sono riportati i 7 sprechi, chiamati MUDA nel linguaggio LEAN. Quanti di questi fanno parte della tua Realtà?

Almeno uno sicuramente, è normale. Bisogna però cercare di eliminarlo o ridurlo al minimo.

Ti starai chiedendo “Ma… come faccio?” Ecco di seguito alcuni suggerimenti

Come ELIMINARE O EVITARE questi sprechi?

DIFETTI: ascoltare sempre i reclami o i consigli dei clienti: una lamentela ti permette di capire dove nasce l’errore. Quindi bisogna sempre ascoltare la “voce del cliente” e successivamente analizzare tutto il processo di produzione, individuare l’errore ed eliminarlo.

PROCESSI: monitorare costantemente ogni singolo processo e identificare tutte le cause che danno vita a rallentamenti del flusso di lavoro, scarti e aumento costi. Le cause di rallentamenti possono essere diverse: macchinari obsoleti, colli di bottiglia, etc.

SCORTE: ridurre al minimo le scorte, ottimizzando la produzione.

TEMPI: sincronizzare al massimo tutte le attività, diminuendo i tempi di attesa perché non sono un sinonimo di guadagno.

TRASPORTI: elaborare una strategia per ottimizzare i movimenti dovuti al trasporto,  eviterai spreco di tempo e danneggiamenti al prodotto. In questo caso, lo strumento “Spaghetti Chart” potrebbe essere il tuo miglior alleato.

MOVIMENTI:  rendere minimi i movimenti di uomini o macchine nell’ambito dello stesso ciclo di produzione per incrementare efficienza e produttività.

SOVRAPPRODUZIONE: per evitare scorte e rimanenze, la produzione deve essere strettamente connessa alla domanda. Parole d’ordine: pianificazione e flessibilità. “Just in time” è la chiave di tutto.

Vuoi conoscere e imparare tutti gli strumenti LEAN utili per raggiungere il tuo obiettivo? Scrivimi una email: info@managementacademy.it. Insieme faremo piazza pulita degli sprechi nella tua Organizzazione.

 





Le ultime NEWS



OEE ľoverall equipment effectiveness

Uno dei vantaggi del TPM consiste nel portare ad un uso più efficiente degli impianti ed attrezzature (Overall Efficiency).








Combinazione pi¨ efficace delle politiche di manutenzione industriale

Come accennato nel precedente articolo ti presentiamo oggi la strategia migliore secondo molteplici aziende Lean che l'hanno applicata ottenendo maggiore efficacia, efficienza e riduzione dei costi